Vecchi e nuovi mestieri, hobby, tradizione in Garfagnana

 
строящийся
HomePage Meteo della Garfagnana Mappa della Garfagnana Treni Garfagnana Aeroporti Pisa - Firenze, info e contatti utili Taxy GarfagnanaSitemap
under construction Bus Garfagnana Autolinee Garfagnana

    


Volha Bortsik - Moda in Italia
Stilisti italiani - Attualita
Castelnuovo di Garfagnana
Tendenze Moda 2019
Lana: Colori della Garfagnana

e-mail

SI

web site


Altri Hotel - Other Hotels Mestieri Hobby Tradizione in Garfagnana
Antichi mestieri in Garfagnana, Lucca, Toscana, Italia.

La lavorazione a maglia è arte antichissima e, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, non solo riservata alla parte femminile della popolazione. Alcuni Taquileños indigeni della regione del Lago Titicaca e molti altri uomini, un po in tutto il mondo, si dilettano con successo in questo tipo di attività.

Nel lavoro a maglia si usano appositi "ferri" diversi per forma a seconda del tipo di lavoro e della consuetudine del territorio. Alcuni con una punta per "lavorazioni piatte", quindi da cucire, come maglioni, coperte in pezzo o strisce di dimensioni modeste. Alcuni altri a "doppia punta", per ottenere lavorazioni tubolari di piccole dimensioni come per guanti o calze.
Tuttavia, prima dell'invenzione dei "ferri circolari", quelli a "doppia punta" venivano usati anche per fare maglioni ed altri capi privi di cuciture o assemblati con la tecnica dello steeking.
Con i ferri circolari a due punte ed un cavo flessibile di varia lunghezza, 30/150 cm. con le connette, si possono ottenere tessuti piatti o tubolari utili per parti o maglioni interi, cappelli ecc.

Oltre ai capi di abbigliamento si possono realizzare coperte, tovaglie, tende ed un gran numero di altri oggetti di uso domestico, anche solo decorativi, unico limite la Vs. fantasia.
 
I filati principalmente utilizzati per i lavori a maglia sono la lana, il cotone, il lino, la seta e le numerose fibre artificiali o sintetiche, anche frammiste con i filati naturaliLavorare a maglia necessita di pazienza inversamente proporzionale al grado di difficoltà del lavoro, creatività e manualità.

Qui proponiamo alcuni i lavori di Volha Bortsik, arrivata per la prima volta in Italia 14 anni fa come tutore-interprete dei bambini che ogni anno vengono in Italia della Bielorussia per periodi più o meno lunghi di vacanza. Proprio al suo arrivo nella nostra terra, Olga si è immediatamente accorta, restandone stupita, dei favolosi colori della Garfagnana. A suo dire "isola di pace, bontà ed ospitalità della gente".

Adesso abita a Castelnuovo di Garfagnana e qui crea  le sue "cose amate" sin da piccola, il disegno, la pittura, la storia della religione e l'arte sacra in genere, prediligendo realizzare e dipingere icone. Certamente, avendo famiglia, pensa ai capi di abbigliamento e agli oggetti utili alla persona o alla casa come comode e calde maglie, gonne, giacconi, abiti completi, berretti, sciarpe, scialli, piuttosto che soffici e colorate coperte, arazzi, tele, iuta o seta dipinte in tecnica batik.
Olga decide cosa vuol fare e per chi, quindi si reca nei negozi per scegliere il tipo di filo, i colore, il motivo e d inizia a dar vita alla sua opera con maestrìa, diligenza e gusto. Ogni capo, sia esso un maglione o un abito, classico o moderno, invernale o estivo, per il lavoro o da sera è opera unica ed irripetibile, personale, "scelta" per essere indossata con piacere per tutta la vita.
Come ogni oggetto fatto a mano le creazioni di Olga manterranno il loro fascino nel tempo, grazie al magico mix tra qualità dei materiali scelti, sapiente accostamento dei colori, vena creativa e fantasia di tutto rilievo.

Olga ha il "suo modo di fare" anche perchè i "modelli" li immagina, li disegna e li realizza, seguendo la cultura e le  tradizioni del passato, quando da bambina, in Bielorussia osservava attentamente il modo di lavorare della nonna, mamma, zia e sorella. Sempre curiosa di imparare i nuovi ed antichi mestieri non si stanca, anzi, infatti i suoi hobby sono felicemente, momento di relax.
Nel disegno e nella realizzazione emerge con forza il suo carattere deciso che, unito a capacità di concentrazione e fantasia illimitata formano uno stile in linea con l'attualita, lo "stile nordico".
 
Dice di lei il pittore - scrittore Sergio Fini
  
"UNA LINEA DI VITA

Vita, vita, VITA! Ecco cosa gridano gli occhi, il sorriso, i lavori, l'incessante scorrere di Olga.
I colori sorreggono ogni opera sua, trovati nel passato, nel sentire profondo e libero ma ben radicato nelle usanze del suo paese, con una profonda religiosità e una magnifica fiducia nel futuro, con la voglia di fare di un giovanissimo cuore che pare non ancora indurito dalle traversie della vita.
Di lì, dalla voglia di fare, in certi casi di sperimentare oltre, parte il ricercare le forme, i colori, il contatto con la materia che si rivolge soprattutto alle sue creazioni di moda, sì proprio di qui parte la creatività pura di Olga; i modelli creati di colore, di forme tagliate, di sapienti inserti di stoffe,  prendono una vita giovane, spensierata e leggera come un sogno trovato in questo paese per lei straniero ma che pare sia entrato nel suo vivere. I lavori a maglia, quanto gli uncinetti danno a Olga quella luce negli occhi che porge amore oltre che per il lavoro in se, pare abbracci quei momenti passati ad imparare il lavoro forse tra il racconto di storie e serate trascorse a veglia.
      
Le Icone che riproduce hanno il pregio di essere attuali, come tratti e in parte anche nelle forme, io però auspico per Olga un distacco da questa tipo di pittura perchè sento in quelle forme un grido di libertà, una voglia di scoprire cosa c'è oltre; vi sono suoi quadri che hanno bisogno di essere sviluppati dando così modo di scoprire cosa, di scoprire anche, in definitiva di scoprirsi diversa nella pittura così come negli altri suoi lavori.
     
Il lavoro”dentro” di Olga sino ad adesso si è svolto in maniera preminente sui lavori di moda,  forse è per questo che la pittura ne ha sofferto sotto l'aspetto rinnovativo; le sue mani sono febbrili e le vedrei lavorare con perizia con spatole e materiali vari, l'irrequietezza dei suoi occhi troverebbero molto spazio da esplorare tra superfici aggettanti, colori puri e superfici anche spaziose. La vitalità che sprigiona il suo essere nella pittura sino ad adesso è stata imprigionato dalla convenzione, dal suo voler rispettare, e valorizzare la sua origine.
      
Il grido dell'anima di Olga Bortsik si leva alto, disegna e sorregge il suo vivere appieno questa vita di passaggio, carezza i giorni passati e futuri nella ricerca di espressioni artistiche consone al suo instancabile raccogliere emozioni."
 


  Sergio Fini

Fotogallery































































Calendario eventi: sagre - feste - folclore

Tutti gli eventi in Garfagnana, alta e media valle del Serchio,
Appennino, Alpi Apuane e Zone limitrofe affini


Vedi o Scarica Qui


(anche le passate edizioni)


Garfagnana Turistica Info è Parter del Circuito Lucca Turismo.it
Network Aggregatore di Risorse Turistiche a Contatto Diretto in Provincia